Colesterolo alto: è sempre da evitare?

La buona salute del cuore è come un muro di mattoni, la sua integrità dipende da diversi fattori. Questo è particolarmente vero quando si parla di colesterolo alto.
Il colesterolo è una sostanza grassa prodotta dal fegato ma si trova anche in alcuni alimenti.
Il nostro organismo ha bisogno del colesterolo per funzionare correttamente. Ma avere troppo colesterolo cattivo, Lipoproteine a bassa densità o LDL, mette a rischio di infarto o ictus. In generale avere livelli elevati di colesterolo, mette a rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

 

Il livello di colesterolo totale è la quantità complessiva di colesterolo presente nel sangue. Esso consiste in:

 

  1. lipoproteine ​​a bassa densità (LDL)
  2. lipoproteine ​​ad alta densità (HDL)
  3. trigliceridi

 

LDL è anche chiamato colesterolo “cattivo” perché blocca i vasi sanguigni e aumenta il rischio di malattie cardiache. L’HDL è considerato colesterolo “buono” perché aiuta a proteggerti dalle malattie cardiache. Più alto è il tuo HDL, meglio è. Il colesterolo totale include anche una conta dei trigliceridi. Questi sono un altro tipo di grasso che può accumularsi nel corpo e sono considerati i “mattoni” del colesterolo.

 

Alti livelli di trigliceridi e bassi livelli di HDL aumentano il rischio di malattie cardiache. L’OMS raccomanda che tutti gli adulti controllino il colesterolo periodicamente, a partire dall’età di 20 anni, quando i livelli di colesterolo possono iniziare a salire. Con l’avanzare dell’età, i livelli di colesterolo tendono a salire.

 

Gli uomini sono generalmente più a rischio rispetto alle donne per il colesterolo più alto. Tuttavia, il rischio di una donna aumenta dopo che è entrata in menopausa. Per i soggetti con colesterolo alto e altri fattori di rischio cardiaco, come il diabete, si raccomandano in genere test più frequenti.

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn

Ultime news

Pacchetti Analisi correlati