In offerta!

SCREENING CELIACHIA + Sconto Dieta

89,00

Lo screening celiachia prevede i seguenti esami:

  • Anticorpi IgA anti transglutaminasi tissutale (anti-tTG)
  • Anticorpi IgG anti transglutaminasi tissutale (anti-tTG)
  • Anticorpi IgA anti-gliadina deamidata (DGP)
  • Anticorpi IgG anti-gliadina deamidata (DGP)
  • Anticorpi IgA anti-endomisio (EMA)
  • Anticorpi IgG anti-endomisio (EMA)
  • IgA totali
Categoria: Tag:

Lo screening celiachia prevede i seguenti esami:

  • Anticorpi IgA anti transglutaminasi tissutale (anti-tTG)
  • Anticorpi IgG anti transglutaminasi tissutale (anti-tTG)
  • Anticorpi IgA anti-gliadina deamidata (DGP)
  • Anticorpi IgG anti-gliadina deamidata (DGP)
  • Anticorpi IgA anti-endomisio (EMA)
  • Anticorpi IgG anti-endomisio (EMA)
  • IgA totali

La celiachia è una malattia autoimmune del sistema digestivo, caratterizzata da una inappropriata risposta immune alle proteine provenienti dalla dieta (glutine e gliadina) presenti nel grano, segale e orzo.

Questa risposta immunitaria anomala determina infiammazione che danneggia il rivestimento dell’intestino tenue ed i villi della mucosa intestinale. La maggior parte dei soggetti con celiachia produce autoanticorpi che distruggono i villi intestinali. Il danneggiamento o la distruzione dei villi si riflette nella ridotta capacità dell’organismo di assorbire nutrienti, vitamine, minerali e liquidi. Nei soggetti non trattati possono comparire sintomi associati a malnutrizione e malassorbimento.

La celiachia è associata anche a fattori ereditari predisponenti che, insieme a fattori ambientali e psicofisici, possono contribuire allo sviluppo della malattia, con meccanismi che, attualmente, non sono totalmente chiari. Secondo le organizzazioni scientifiche internazionali, la malattia celiaca è in qualche misura caratterizzata anche da una familiarità, con una percentuale tra il 4% ed il 12%, di comparsa della malattia nei parenti di primo grado di una persona affetta. Pazienti affetti da sindrome di Down, sindrome di Turner e diabete di tipo 1 sono esposti ad un rischio maggiore di sviluppare la celiachia.

La malattia celiaca è diffusa in tutto il mondo ma è prevalente tra le persone di origine europea. Si stima che la sua prevalenza si aggiri intorno all’1%, con un’importante porzione di pazienti non diagnosticata. Nella popolazione italiana il numero teorico di celiaci si aggira intorno ai 600.000, contro i quasi 183.000 ad oggi diagnosticati. La celiachia può essere presente in entrambi i sessi, anche se è spesso diagnosticata nei bambini e nelle persone di età compresa tra i 30 ed i 40 anni e di sesso femminile. In passato la celiachia era diagnosticata solo in età pediatrica e con manifestazioni più gravi. Oggi viene spesso diagnosticata anche negli adulti.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.